facebook

instagram
Aggiungi ai preferiti
istock_000059145730_medium

GIARDINOTERAPIA, ORTOTERAPIA, ERBE OFFICINALI

Piante e fiori - Un toccasana per la mente ed il fisico

cinzia_giardino_molto_colorato_3

Ogni volta che ci sentiamo privi di energia e ci capita di fare una passeggiata in un parco a contatto con piante e fiori ne usciamo poi rigenerati senza sapere il motivo. Nei parchi o nei giardini siamo circondati da fiori e piante quindi siamo a contatto con la natura e questo ci induce a rilassarci, a riflettere. Proviamo benessere e questo perché le piante ed i fiori, con la loro sola presenza influenzano i nostri stati d’animo ed in alcuni casi hanno un ottimo effetto anche sulla nostra salute. Ad esempio la Rosa e l’Alloro rafforzano il sistema immunitario, la Magnolia ed il Tiglio inducono la pace, l’Agrifoglio stimola la meditazione, la Jacaranda agevola la risolutezza e la determinazione nel perseguire progetti senza distrazioni o dispersione di energia donando concentrazione, chiarezza , decisione, rapidità mentale, direzione, il Mirto stimola l’apparato digerente. La Giardinoterapia e l’Ortoterapia si stanno velocemente diffondendo in tutto il mondo e possono essere praticate anche sul balcone di casa, dove una volta scoperte le caratteristiche delle piante, dei fiori ed i loro benefici sulla nostra salute, si potrà scegliere cosa piantare in base alle proprie esigenze. Inoltre coltivare piante e fiori, per chi non lo ha mai fatto, aumenta l’autostima in quanto ci si prende cura di qualcosa la cui crescita dipende interamente da noi aumentando allo stesso tempo il nostro senso di responsabilità. A Villa Sempreunagioia praticheremo Giardinoterapia ed Ortoterapia ispirandoci alle esperienze cliniche e terapeutiche in atto presso strutture Ospedaliere e Case di Cura. Lo faremo però ovviamente a livello basico rivolgendoci non a pazienti conclamati ,ma a persone sane che sentono il bisogno, attraverso queste pratiche, di trovare momenti di relax, tranquillità e serenità. Cosi' applicate, tali pratiche saranno utili a tutti coloro che vogliono impegnarsi nella prevenzione delle malattie, nonché a persone già uscite da un percorso di malattia che vogliono affrontare una convalescenza mirata ed adatta alle proprie condizioni fisiche e psicologiche.

SALVIA

salvia

La Salvia (Salvia officinalis) è una pianta della famiglia delle Laminaceae. E’ un piccolo arbusto sempreverde con rami a sezione quadrangolare, che può vivere allo stato spontaneo oltre 15 anni ed in coltura dai 5 ai 7 anni. Pianta peculiare dell’Europa meridionale, cresce in Italia nelle zone centro-meridionali e nelle isole. Mentre è coltivata sia in fascia collinare submontana che in pianura. Il suo nome “Salvia” deriva dal latino salvus, ossia salvo ed è indicativo; infatti questa pianta possiede numerose proprietà diuretiche, antinfiammatorie e antisettiche. Svolge azione estrogenica che regolarizza il ciclo mestruale, anche in caso di amenorrea e dismenorrea, riduce le vampate ed i disturbi della menopausa. E’ un antispasmodico (rilassante) naturale molto utile in caso di spasmi dell’apparato digerente, in caso di intestino irritabile. Cura febbre, tosse, raffreddore in quanto possiede proprietà antisettiche e balsamiche. Inoltre è un valido aiuto per combattere la ritenzione idrica, il mal di testa ed i reumatismi. Risulta essere un ottimo alleato nel combattere il diabete poiché abbassa il livello di glicemia del sangue. Dalla Salvia si ricava l’infuso. Semplicemente si mette un cucchiaio raso di foglie di salvia in una pentolina con acqua bollente. Lasciarle in infusione per 5 minuti, filtrare e poi si può bere. Purtroppo bisogna fare attenzione perché le foglie contengono un olio essenziale che ha azione epilettica e tossica per il sistema nervoso anche in dosi lievi. Bisogna quindi utilizzarlo con prudenza e soltanto per uso esterno.

GELSOMINO

gelsomino_notturno

Simbolo di femminilità per eccellenza, il Gelsomino, vero nome Jasminum officinale, è una pianta del Medio Oriente e dell’America meridionale, fiorisce fine maggio- inizio giugno. Appartiene alla Famiglia delle Oleacee e può raggiungere anche i quattro metri di altezza. I fiori sono composti da quattro/cinque petali di colore rosa chiaro o bianco oppure giallo. Dal Gelsomino si ricava un olio essenziale che viene utilizzato per combattere gli stati depressivi e l’ansia. Facilita il sonno ed allevia i dolori mestruali. Dai suoi fiori si producono saponi e creme antirughe. Ha proprietà cicatrizzanti, combatte i brufoli e l’acne. Inoltre possiede proprietà antisettiche ed antibatteriche, sedative in caso di tosse e raffreddore può sciogliere il muco. L’infuso di Gelsomino è ottimo. Si prepara lasciando in infusione in una tazza di acqua calda un paio di cucchiaini di petali di fiori freschi o essiccati per quattro o cinque minuti. Dopo averlo filtrato si aggiungono a piacere miele o limone. La tisana di Gelsomino non è indicata per le donne in gravidanza poiché c’è il rischio che aumenti le contrazioni. Esistono tre leggende sull’origine del Gelsomino. La prima narra che la madre di tutte le stelle, Kitza, stava preparando gli abiti d’oro per i suoi figli. Un gruppo di stelline, non apprezzarono i loro abiti e cominciarono a lamentarsi facendo un po’ di baccano. Il Re degli spazi, Micar, entrò nel palazzo e, una volta compresa la situazione, si infuriò. Le scacciò dal firmamento, strappò loro gli abiti e le scagliò come ciottoli nel fango della Terra. Kitza divenne inconsolabile così la Signora dei Giardini Bersto, impietosita, decise di aiutarla. Tolse dal fango le stelline e le trasformò in fiorellini profumatissimi. La seconda leggenda narra di un giovane giardiniere che rubò una pianta di Gelsomino dal giardino di Cosimo I De Medici (il primo a coltivarlo in Italia, ma contrario alla sua diffusione fuori dai giardini granducali) per regalarlo alla sua fidanzata. Ella la piantò e se ne prese cura con tanto amore che la pianta crebbe e fece tanti fiorellini dal profumo molto intenso. I due si sposarono e vissero felici, così tradizione vuole che in Toscana, nel bouquet di ogni sposa ci sia compreso un rametto di Gelsomino come portafortuna. La terza leggenda è legata a Jasmine, una giovane nomade araba che si copriva sempre il volto per proteggerlo dai raggi del sole. Un giorno sposò un principe di un paese lontano ed un giorno nell’harem Jasmine scoprì il suo volto al sole che, folgorato dalla sua bellezza, la trasformò in un Gelsomino, pianta che necessita di molta luce per la sua vegetazione.

ORIGANO

oregano-2390961_960_721

In Greco il suo nome è formato da due parole, òros che significa monte e ganàos che vuol dire splendore. Esistono ben due leggende che narrano circa la sua origine: la prima è che questa pianta fu coltivata in abbondanza da Afrodite nei suoi giardini ai piedi del monte Olimpo, e la seconda narra la storia di Amaraco, un principe dell’isola di Cipro creatore per diletto di profumi. Un giorno riuscì a creare il profumo perfetto, ma l’ampolla che lo conteneva si ruppe ed il principe morì per il dispiacere. Gli Dei, impietositi, decisero di trasformarlo in una pianta che avesse il profumo migliore dell’universo. Stiamo parlando dell’Origano (Origanum vulgare) pianta erbacea perenne che allo stato spontaneo è una pianta di montagna. Necessita di un clima temperato e del calore del sole per poter avere una crescita ottimale. Le sue foglie sono ovali, opposte, intere mentre i fiori rosei creano delle infiorescenze apicali a corimbo composto e contengono un olio essenziale prezioso per la nostra salute. Grazie alla presenza di vitamine A e C ed al beta-cariofillene (terpene) l’Origano è un notevole antinfiammatorio naturale utilissimo per curare il mal di gola, i disturbi gastro-digestivi e di tutto l’organismo. E’ immunostimolante, quindi stimola il nostro metabolismo, fornendo protezione all’organismo verso le varie infezioni. Ha proprietà aperitive, facilita cioè la digestione stimolando le secrezioni salivari e gastriche. L’Origano contiene acidi grassi omega 3 che gli conferiscono proprietà antiossidanti perché combatte i radicali liberi (molecole) che danneggiano il nostro organismo. Toccasana per le vie respiratorie grazie al carvacrolo ed altri flavonoidi aiuta a prevenire gli attacchi di asma, migliora il funzionamento del fegato favorendo una buona secrezione dei succhi gastrici. Ottimo alleato in caso di meteorismo, di disturbi gastrointestinali. L’Origano si può utilizzare in svariati modi: come decotto (far bollire per 3 minuti 1 cucchiaino di origano essiccato per combattere la tensione nervosa); come infuso (1 cucchiaino di erba essiccata per una tazza di acqua bollente è indicato per raffreddori, mal di testa, disturbi gastrointestinali, combatte la forfora), come cataplasma (riscaldare le foglie d’origano in caso di torcicollo); per fare gargarismi (decotto di fiori di origano purificano la bocca e la gola), per fare suffumigi e inalazioni (sedativo per la tosse ed eliminazione del catarro), nell’acqua del bagno o nei pediluvi (azione deodorante e rilassante), in campo cosmetico (dona elasticità alla pelle e combatte la cellulite). L’olio essenziale è un antisettico combatte i funghi della pelle (in particolare il piede d’atleta) ma è anche emmenagogo (favorisce le mestruazioni) quindi sconsigliato per le donne in gravidanza o durante il periodo di allattamento. Ottimo condimento nelle nostre pietanze non è consigliato nei soggetti che soffrono di reflusso gastro-esofageo. Una curiosità: agisce come repellente naturale contro le formiche.

GERBERA JAMESONII

gerbera_jamesonii

La Jerbera Jamesonii fa parte delle cosiddette Piante da casa antismog. Tra le principali proprietà della Jerbera infatti, vi è la sua capacità di depurare l’aria. Questa pianta è molto diffusa nel nostro territorio ed è molto efficace nell’assorbimento della Trielina. La trielina è una sostanza molto pericolosa perchè tossica. Viene impiegata come potente smacchiatore e sgrassatore per la rimozione di vernici, colle, smalti, inchiostro, unto e macchie di vario genere ed è di difficile soluzione tanto da dover essere sempre utilizzata in un ambiente aperto. La Jerbera funge da perfetto filtro a protezione delle esalazioni di questo pericoloso smacchiante.

ALLORO

alloro

L'Alloro e' una Pianta perenne sempreverde della famiglia delle Lauraceae, originaria dell’Asia minore, ma molto diffusa anche nel Mediterraneo sin dall’Antichità. E’ consigliato da utilizzare durante l’inverno e all’inizio della primavera. Il mito dice che sia un Portafortuna per i giovani laureandi. La Pianta contiene Eugenolo e Limonene. Ha un notevole apporto di vitamina C/A Antiossidante e Vitamine del Gruppo B che sostengono l’attività del sistema nervoso. Ottimo per la salute degli occhi, della pelle e delle ossa. Le foglie fresche sono ricche di sali minerali come Potassio, Rame, Calcio, Ferro e Magnesio. Il Potassio tiene sotto controllo la pressione sanguigna ed il Ferro e' utile per la produzione di globuli rossi. L'Alloro ha Proprietà Astringenti, Diuretiche e stimolanti dell’appetito. L’infuso di Alloro ha la capacità di favorire la digestione, combattere l’aerofagia e contribuire alla depurazione dell’organismo. E' anche molto adatto per piccoli problemi dell’apparato respiratorio come la presenza di Muco o Catarro. Attraverso Gargarismi con acqua e foglie cotte di alloro, risulta utile per le gengive infiammate. Le Foglie non sono commestibili, quindi in cucina vanno tolte e non ingerite. L'Infuso di foglie e' ottimo per le difficoltà digestive. Per lo Stomaco puo' essere usato anche assieme a Rosmarino e Lavanda. Ottimo anche con Salvia, Olio e Limone per i malanni di stagione. Per preparare un buon Decotto, far bollire le foglie con buccia di limone, per almeno dieci minuti, prima di filtrare e servire. A Villa Sempreunagioia, ovviamente, lo coltiveremo in abbondanza.

ERBA CIPOLLINA

erba_cipollina_3

L'Erba Cipollina e' una Pianta Aromatica . Il nome scientifico e' Allium Schoenoprasum e fa arte della Famiglia delle Liliaceae, la stessa di cipolla, aglio, porro e scalogno. Non ha bisogno di grandi cure e attenzioni. D’Estate va tenuta all’aperto, in Inverno in casa esposta alla luce e innaffiata con regolarità. Ricca di Vitamine e Sali Minerali, Lassativa, Depurativa, Diuretica aiuta i Reni, stimola la circolazione sanguigna, ha doti afrodisiache, stimola la produzione di succhi gastrici, aumenta l’appetito, ed e' antiossidante. E' un Super alimento per la gravidanza data la presenza di Acido Folico, Vitamina B9, di fondamentale importanza per lo sviluppo sano del feto. Utile in caso di Stitichezza e per abbassare il colesterolo. E' adatta anche a tenere a bada la pressione alta. Combatte l’invecchiamento cellulare, favorisce la disintossicazione e la depurazione. E’ Ipocalorica, apporta infatti solo 30 calorie ogni 100 grammi. In particolare vengono usate le foglie da raccogliere fresche e da utilizzare crude. Si puo’ usare come una comune cipolla ad esempio per preparare dei soffriti, più facilmente digeribili. In sostituzione della cipolla ma anche dell’aglio per dare un sapore più delicato. Adatta anche ad aromatizzare Patate, Formaggi, Uova o altri secondi piatti. Vellutate, Minestroni, Risotti, ecc. Aggiunta sempre all’ultimo durante la cottura. L'Infuso che e' un rimedio naturale alternativo per la Stitichezza, si fa bollire per pochi minuti con 2/3 cucchiaini in una tazza d’acqua, poi si filtra e si beve. I fiori di Erba Cipollina sono ottimi per arricchire e rendere più originale un piatto di insalata o di verdure di stagione. Fresca si puo’ surgelare in bustine per il freezer. Non va essiccata. Da evitare per le persone che soffrono di Gastrite, Reflusso Gastroesofageo, Ulcera o Acidità di stomaco e Colite

Borragine

bor_5

La Borragine e' un'altra delle Piante che saranno presenti nel nostro Healing Garden. Borago Officinalis, famiglia delle Boraginaceae e' una pianta mediterranea ed ha i fiori a cinque petali di colore blu. Vive fino a 800-1.000 SLM. Ottima per per problemi a bronchi e gola attraverso gargarismi con infuso di foglie contro le infiammazioni del cavo orale. Ottime anche le proprietà espettoranti antipiretiche. Stimola il sistema immunitario. Da usarsi contro i disturbi del ciclo mestruale. In Fitoterapia viene usata contro l'irregolarità del ciclo mestruale, Dismenorrea, Amenorrea, cisti ovariche e Menopausa. I Petali e le foglie contengono Alcaloidi Pirrolizidinici, che hanno tossicità; quindi le tisane ed i decotti vanno limitati. Non mangiare fiori e foglioline crude. Le Tisane e gli infusi comunque non vanno presi durante la gravidanza e l'allattamento. L’olio di semi di Borragine e’ sicuro; ma non indicato in pazienti con emofilia o terapia canticoagulante perche’ fluidifica il sangue. L'Olio, ha effetti benefici sulla pelle contro Acne, Eczemi e Dermatiti Atopiche. E’ seboregolatore quindi adatto alla pelle grassa e secca. Avendo propreita' Antiossidanti e' utile a combattere le rughe. Anticamente veniva usata contro la malinconia, quindi le sono attribuite proprietà antidepressive, comunque non comprovate. I semi sono ricchi di acidi grassi Polinsaturi quindi utile per la prevenzione cardiovascolare. Dai semi del suo Olio derivano mille proprietà a scopo terapeutico ed al contrario di foglie e fiori, non sono riconosciuti effetti tossici né cancerogeni. L’olio e’ impiegato sia per uso esterno che per uso interno.

Lavanda

lavanda

La Meravigliosa Pianta di Lavanda è una delle tantissime specie di Piante che coltiveremo nel Giardino di Villa Sempreungioia perché piena di Fantastiche Proprietà. Il suo nome proviene dal verbo lavare perché usata in antichità per profumare l’acqua con cui ci si lavava. Anche oggi comunque è molto usata per saponi, detergenti e profuma-biancheria. Ama il clima temperato e quindi è diffusa nel Mediterraneo. È una Pianta Erbacea perenne che non richiede molte attenzioni e si può coltivare anche in vaso. L’aroma di Lavanda è sgradito alle zanzare, quindi utile a tenerle lontane. Nella gestione degli stati ansiosi, ha azione sedativa ed ansiolitica. Contiene Linalolo che vaporizzato innesca il rilassamento. Qualche goccia sul cuscino favorisce il relax ed il sonno. Ottima nell’acqua per un bagno rilassante e per lenire eventuali arrossamenti o irritazioni della pelle. Sui capelli aiuta a pulire a fondo il cuoio capelluto ed a liberarsi dalla forfora. Ottima per malattie da raffreddamento e piccoli problemi cutanei. Adatta contro Raffreddore e tosse con o senza catarro e sinusite. La Tintura Madre di lavanda libera dal mal di testa muscolo-tensivo, anche attraverso la Tisana alla Lavanda o l’Olio essenziale di Lavanda massaggiato sulle tempie o annusandone l’aroma dopo averne versato un paio di gocce su un fazzoletto. L’Olio Essenziale di Lavanda calma spasmi e dolori addominali nelle sindromi mestruali dolorose. Ha qualità Antimicotiche per applicazioni locali e lavande vaginali per infezioni da Candida. Nell’olio di Mandorle o in altro Olio vegetale che faccia da vettore, si può applicare sull’addome o a livello muscolare in caso di spasmi. L'Olio Essenziale è anche ottimo nel massaggio per reumatismi e strappi muscolari. Ottima contro il meteorismo intestinale. Ha qualità Antibatteriche. L'Olio essenziale di Lavanda mischiato al detergente intimo è utile per le infezioni batterico genito-urinarie. Nell'l’igiene intima, va usata nell’ultimo risciacquo durante i lavaggi, per tenere lontani batteri e miceti. L'Olio essenziale è adatto anche per problemi cutanei. Cicatrizzante per le punture di insetti, per Eritemi solari e contatti con meduse o per l’acne. Per la cellulite, l'Olio essenziale di Lavanda o la Lozione da massaggio si usano per i Ristagni Linfatici da cellulite. Per preparare la Tisana versare un cucchiaio raso di fiori di lavanda secchi in una tazza di acqua bollente, coprire e lasciare in infusione per una decina di minuti, filtrare l’infuso e berlo al bisogno.

Rosmarino

rosmarino

Nell'Orto Verticale che realizzeremo a "Villa Sempreunagioia" non manchera' il Rosmarino. Il Rosmarino è un’erba meravigliosa con una tradizione millennaria. Esso ha innumerevoli utilizzi sia in cucina che in erboristeria. Le sue proprietà sono davvero tante e fin dall’antichità è stato collegato con il miglioramento e lo sviluppo del cervello. Nell'Amleto di Shakespeare, Ophelia dice: “C’è il Rosmarino, che è per il ricordo.” Infatti già allora si sapeva che migliorava la memoria tanto che è stato a lungo utilizzato come simbolo di rimembranza durante i matrimoni, commemorazioni di guerra e funerali. Il Rosmarino veniva anche bruciato e le sue ceneri gettate sulle tombe come simbolo del ricordo per i morti. Gli arabi del periodo medievale lo usavano spesso e lo elogiavano come la pianta che “conforta il cervello, la memoria ed i sensi interiori”. Le proprietà benefiche del Rosmarino si conoscono già dall’antichità, infatti i Greci indossavano corone di Rosmarino in occasione degli esami. E’ stato osservato che l’Olio Essenziale di Rosmarino stimola l’Acetilcolina, un neurotrasmettitore che mette il cervello in condizione di lavorare al massimo dell’efficienza. Più di recente, nel 2012, uno studio su 28 persone anziane (in media 75 anni) ha trovato statisticamente significativi miglioramenti delle prestazioni cognitive con dosi di foglia secca in polvere di Rosmarino.

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder